FILARMONICA, SALUTO ALL’ESTATE IN MUSICA

Domenica 21 giugno è il giorno del solstizio d’estate quando il sole raggiunge il punto più alto nel cielo. Giorno più lungo dell’anno che dà inizio alla stagione estiva, da millenni salutata da tutti i popoli del mondo con riti e tradizioni particolari, legati alla terra, ai raccolti, alla natura.

Da una trentina d’anni in diversi Paesi occidentali il 21 giugno è anche il giorno della Festa della musica , istituita nel 1981 dall’allora ministro francese della Cultura, Jack Lang, e poi diffusasi in tutta Europa.

Un giorno importante, dunque, il 21 giugno, che non si può lasciar passare in sordina.Per questo l’Istituto Filarmonico “Città di Sacile” ha organizzato un’esibizione en plein air , un saluto in musica che, dopo il lockdown, acquista anche un ulteriore significato, di speranza e di positività.

L’appuntamento per “Note d’acqua” è alle 6.30 del mattino di domenica 21 sul ponte della Vittoria da dove i mattinieri spettatori potranno ascoltare, distanziati e in sicurezza, il gruppo fiati della Filarmonica, diretto dal maestro Jean Pierre Zanette, in una serie di brani che spaziano da Haendel a Celentano per esprimere la gioia di essere di nuovo insieme nel segno della buona musica.

Da tempo stavamo pensando ad un concerto in riva all’acqua – spiega il presidente della Filarmonica, Gigi Gasparotto – e, anche aiutati dal nostro sponsor Livenza Tagliamento Acque, abbiamo pensato che questo 21 giugno 2020, che comprende tante ricorrenze significative, potesse essere la giusta occasione per ricominciare”.

Dopo l’esibizione di domenica scorsa, 14 giugno, nel Duomo di Sacile per rendere omaggio al 70esimo anniversario dell’ordinazione sacerdotale del parroco emerito, monsignor Pietro Mazzarotto, il gruppo fiati filarmonico sarà presente anche domenica 28, questa volta nella parrocchia di San Odorico dove, al termine della messa delle 10, suonerà alla festa dell’associazione locale dei Donatori di sangue.