La Meglio Gioventù

La meglio gioventù”: così intitolava Pier Paolo Pasolini una delle sue raccolte poetiche più conosciute e amate.

La Filarmonica di Sacile ha preso a prestito questo magnifico titolo per il suo concerto di Natale in programma venerdì 13 dicembre alle 20.45 al Teatro Zancanaro. Perché saranno proprio i giovani, il loro entusiasmo, la loro carica, la loro bellezza a inondare il palcoscenico per regalare al pubblico una serata piena di emozioni e di energia.

L’evento è stato organizzato in collaborazione con l’AFDS sacilese, in particolare con le sezioni di S.Odorico e S.Michele.

La “Sacile Swing Orchestra” con l’Orchestra d’archi, dirette dal maestro Vittorio Pavan, accompagneranno l’esibizione di una decina di giovani e giovanissimi cantanti del nostro territorio.

Un alternarsi di voci, alcune già note come quelle di Elia Zanon, Piergiorgio Pagotto, Sara Pavan, Giulia Serafin, che possono essere considerati dei “veterani” della Filarmonica sacilese, alle quali si aggiunge il drappello dei più giovani: Francesco Belluz, Sara Caputo, Carlotta Feletto, Tania Iannotta, Chiara Michielini e Sofia Pioli.

foto di Alberto Gasparotto

Una carrellata di voci che presenteranno una serie di brani dei più diversi autori della scena internazionale del pop-rock, dai Queen a Sting, da Adele a Eric Clapton, da Michael Jackson ai Metallica. Le laboriose trascrizioni orchestrali sono opera di Vittorio Pavan e Jean Pierre Zanette.

Abbiamo scelto di mettere al centro i giovani perché è nostro compito offrire loro le giuste opportunità di mettersi in gioco e di misurarsi anche con gli altri e con dei veri musicisti, su un vero palcoscenico. Lavorando con loro si scopre che dentro questi ragazzi ci sono tante cose inespresse: pensieri, emozioni, ideali. Abbiamo il dovere di aiutarli a esprimere tutto questo. E loro, che hanno scelto di mettere la musica sopra tutto, ti ripagano con un’energia fantastica

Vittorio Pavan, direttore artistico della Filarmonica

La meglio gioventù della canzone, ma c’è anche un’altra “meglio” gioventù a cui verrà dato spazio nel corso della serata del 13 dicembre.

Sul palco dello Zancanaro, infatti saranno chiamati anche i ragazzi di Fridays for Future, gruppo di Pordenone, che si stanno impegnando sul fronte dell’emergenza climatica e in difesa del loro futuro; e i giovani donatori di sangue, appartenenti alle sezioni di S. Odorico e S. Michele, che hanno capito l’importanza di donare qualcosa di sé per salvare vite umane.