Saggi della Filarmonica 2019

Tempo di saggi anche per la Scuola di Musica della Filarmonica Sacilese.

Domenica 2 giugno, a partire dalle ore 15, la sede di via Carducci 18 ospiterà gli allievi dei vari corsi di strumento e canto, tutti impegnati, da solisti o in gruppo, nelle dimostrazioni di fine anno accademico.

Un anno, quello che sta per terminare, di grandi soddisfazioni. Come sottolinea il presidente dell’Istituto Filarmonico, Luigi Gasparotto, “Abbiamo visto ripartire con slancio tutti i corsi e le nostre proposte didattiche, così apprezzate dagli utenti, confermano che la Filarmonica è sempre uno dei centri propulsori della formazione musicale del territorio”.

Da ottobre 2018 ad oggi una quarantina di allievi dai 6 ai 60 anni di età hanno frequentato con passione le lezioni di canto e di strumento, che hanno visto l’ingresso in Filarmonica di nuovi insegnanti, giovani e preparati, al fianco dei docenti “storici”.

Oltre ai corsi di pianoforte, chitarra acustica ed elettrica, basso elettrico, tromba, sassofono e clarino, la Filarmonica ha dato spazio all’insegnamento del canto moderno, del canto corale e della musica d’insieme.

Molte le novità introdotte, a cominciare dalle attività di propedeutica musicale, un progetto che è stato dedicato al maestro Danilo De Savi, già direttore della banda sacilese dal 1989 al 1995, scomparso nel 2018. Lo strumentario Orff,utilizzato in questo corso rivolto ai bambini più piccoli, è stato acquistato con le donazioni ricevute per onorare la memoria del maestro De Savi che dedicò la sua vita all’educazione musicale di giovani e giovanissimi. Il saggio dei piccoli allievi della propedeutica si svolgerà giovedì 6 giugno alle 16.45, sempre presso la sede di via Carducci 18.

Da segnalare la ripresa dell’attività corale dei piccoli cantori, anche in collaborazione con la scuola primaria Dante Alighieri di San Giovanni di Livenza, e la nascita del coro femminile “Musica, maestre!”, un progetto che ha preso vita sull’onda del successo ottenuto dai corsi di formazione promossi dalla Filarmonica per le docenti di scuola primaria.

Le maestre partecipanti hanno raccolto la proposta del maestro Vittorio Pavan, direttore artistico della Filarmonica sacilese, e hanno deciso di mettersi alla prova. Sono bastate poche lezioni e il coro “Musica, maestre!” è stato subito portato con successo alla ribalta, prima nel concerto della Memoria e del ricordo, del 16 gennaio scorso nella chiesa di San Michele, e poi nel concerto di San Giuseppe del 16 marzo a Palazzo Ragazzoni.

Chiudiamo un anno davvero positivo per noi – commenta il maestro Vittorio Pavan – ricco di novità e di iniziative, rimanendo fedeli allo spirito filarmonico che è anche quello di offrire agli allievi non uno studio musicale fine a sé stesso ma la concreta possibilità di far parte della nostra attività e dei nostri progetti”.